lunedì, gennaio 15, 2007

A MAN IS A MAN IS A MAN / 4


Cari stronzoni,

eccoci nuovamente su C-anale Bolivia per lo speciale Inondazioni-Rivoluzioni-Deflorazioni.

La nottata ha portato pioggia e la mattinata si è rivelata il secondo corridore della staffetta. Le strade sono inondate, i cani e la città di la Paz, nel basso della valle, si prende tutti i rigurgiti fangosi de El Alto.

Io, dall’altipiano, esco 10 min, mi inzuppo gli stivali e faccio qualche incontro interessate con i ratti del paese. I roditori infami si stavano riproducendo in una casa costruita nelle riserve di paglia per i conigli. Li ho cacciati a calci in culo e in risposta se ne sono andati nella serra a mangiarsi le melanzane. Ora si piazzano le trappole.

Intanto, a Cochabamba, le dichiarazioni del prefetto ha scatenato una rivolta popolare che fino ad oggi ha portato a 3 morti e 170 feriti. Le strade della città sono state bloccate dai dissidenti e due dei miei compari sono rimasti bloccati li.

20.000 cocaleros, chiamati dal sindacato de El Alto, si sono mobilizzati nella città di La Paz e minacciano di bloccare le vie di accesso. Nell’ottobre del 2003 una situazione simile ha portato a 60 morti.

Qui io non ricevo notizie aggiornate, sono troppo fuori masshole. Guardo la pozza d’acqua che si forma in camera mia e la tampono con fogli di giornale, penso a quei poveri stronzi che manifestano sotto un nubifragio e intanto...

...ascolto un blues.

Da C-anale Bolivia é tutto.

Etichette: ,

2 Comments:

Blogger a. ha detto la seguente minchiata:

genio come sempre

15.1.07  
Blogger TS ha detto la seguente minchiata:

uomo dell'anno mica per un cazzo

16.1.07  

Posta un commento

<< Home



Andatevene:





Powered by Gayna