sabato, febbraio 02, 2008

TE LO DO IO IL METAL

Due dischi che tutti attendono che io, in quanto wettinato, ho già ascoltato.

CAVALERA CONSPIRACY - Inflikted
La storia è simile alle troiate da tipe del Libro Cuore, solo che questo è il Libro Culo perchè i protagonisti sono 1) mezzi negri 2) puzzano. Riassumendo: dodici anni fa dopo un concerto pettinato a Londra il fratello batterista dei Sepultura si fa girare i coglioni l'ultima volta perchè la tipa di suo fratello cantantechitarrista che fa anche la manager del gruppo si è trasformata in Yoko Ano e ha rotto definitivamente le palle. I Sepultura continuano, prendono un negro con due nasi al posto del mezzo negro con un naso solo e cominciano a fare dei dischi di merda. Max Cavalletta invece imbrocca un-disco-uno coi Soulfly (il batterista era quello dei Thorn che erano wettinati) e poi dal suo quadruplo stomaco metal comincia solo a rigurgitare stronzate e a chiamare l'idiota dei Limp Bizkit a fare i featuring. Rendiamoci conto. Insomma la cosa va in merda per dieci anni fino a quando i due fratellini si incontrano e si parlano la prima volta al concerto per ricordare o festeggiare la morte del figliastro di Max ovvero il figlio di Yoko Ano. L'ironia della morte. Si dicono "Oh fratello mi manchi facciamo del metal?" e chiamano il gruppo Cavalletta Conspiracy, come dal loro cognome. L'unica cosa più brutta del nome del gruppo, ora che il disco di debutto è quasi disponibile, è la copertina con lo scorpione che s'intende dalle manette finalmente aperte. Ci mancava solo che mettessero la "k" in Inflikted come se avessero appena finito Tre Metri Sopra Il Cielo per farmi scendere la Gayna così tanto. Però mi adopero per sentire l'album con buona predisposizione d'animo. Errore. Sembrano gli scarti dei Soulfly. Metà dei pezzi sono identici e il problema chiaro è che non si sono proprio sforzati. Se vogliono fare i Sepultura 2.0 della nuova generazione, ora che noi fan della prima ora cominciamo ad avere problemi di colesterolo e calvizie, saran pure cazzi loro. Tanto i pischelli i dischi non se li comprano. Io non me la bevo. Sorry zie ma a 'sto giro passo. Datevi un tono, c'avete un età.

MESHUGGAH - Obzen
Fil rouge del secondo disco che non avete ancora sentito ma io invece si perchè sono meglio di voi è la copertina inguardabile. Il resto però questa volta è una pettineria e ho deciso di dire che i Meshuggah sono i Pantera del 2008 ma senza stronzate da cowboy, senza eroina, senza fratelli in formazione, senza Texas ma col freddo artico invece, che ovviamente è meglio. Non proprio la solita roba, anche se un po' si. Però ci sono delle porcate più dritte e meno complicate che fan salire una gayna incredibile tipo tirare testate contro una chiesa o addirittura freccette nella schiena dei passanti. Disco metal di inizio 2008, ma solo perchè il nuovo Anal Vomit è stato posticipato. Bleed.


Etichette: ,

5 Comments:

Blogger onan ha detto la seguente minchiata:

M'hai fatto venir voglia di provare sti Meshuggah

2.2.08  
Anonymous niccolo' ha detto la seguente minchiata:

Gran discone obZen, pero' il Texas e' meglio della norvegia del cazzo tutta fredda e piena di metallari di merda.

3.2.08  
Anonymous Sindaco ha detto la seguente minchiata:

Kosa Kazz dici il disKo dei Kavalera Konspiracy invece merita. con la A di anarchia.

4.2.08  
Blogger JMox ha detto la seguente minchiata:

Sui fratelli kavalera la disamina non fa una piega, ma il cuore del sindaco? Il sindaco è forse il solito sentimentale? Non so più in che mani me mettermi

5.2.08  
Anonymous ettor1 ha detto la seguente minchiata:

i fratelli kakkalera han rotto i coglioni, ma il nuovo Meshuggah è pettine come quasi tutto il loro repertorio. il texas è meglio della norvegia perchè lì ci abita quella gran zoccolona gnoccona che è amber smith. chi non sa chi è se ne vada affanculo.

6.2.08  

Posta un commento

<< Home



Andatevene:





Powered by Gayna